Abbonati
Ivan Rachieli

Black Friday 2019: consigli e idee di marketing

Cose da fare, consigli e idee di marketing per non bucare la promozione più importante dell’anno e un PDF da scaricare con calendario, checklist e esercizi.

💝 Per scaricare il PDF con calendario, checklist ed esercizi iscriviti alla mailing list. Se sei già iscritto l’hai già ricevuto: controlla la posta in arrivo.

Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy

Mancano poco meno di tre mesi al Black Friday, è decisamente il momento di sedersi comodi e mettere insieme un po’ di idee di marketing per non bucare la promozione più importante dell’anno. Anzi, bisogna proprio darsi una mossa, siamo già in ritardo!

Iniziamo da qui: se pensi che in fondo non vale la pena organizzare una promozione per il Black Friday perché alla fine ci si trova a competere con gente troppo grande – Amazon! – ed è difficile riuscire a ottenere buoni risultati, ripensaci.

È vero, durante il Black Friday siamo tutti bombardati da decine di offerte. Ma è vera anche un’altra cosa: iniziare a spendere fa venire voglia di spendere ancora – specialmente se ci sono gli sconti. Ti è mai capitato di uscire a fare compere il primo giorno di saldi e tornare a casa carico di vestiti che non metterai mai? Ci siamo capiti.

Per organizzare una promozione per il Black Friday e fatturare bene non c’è bisogno di essere Amazon. Lo scorso anno Shopify – una piattaforma di ecommerce che ospita soprattutto attività piccole e piccolissime – nei giorni del Black Friday ha venduto prodotti per più di un miliardo e mezzo di dollari.

Per fatturare bene durante il Black Friday c’è bisogno di due cose. La prima è la più importante: aver lavorato bene nei mesi precedenti e costruito relazioni con un pubblico che non vede l’ora di avere l’occasione di comprare qualcosa da te: da questo punto di vista una svendita è l’occasione perfetta per iniziare. La seconda cosa è una lista di cose da fare, consigli e idee di marketing da mettere in pratica nei mesi che precedono il Black Friday: la trovi qui sotto.

Non hai tempo di leggere tutto? Ecco i nostri consigli di marketing per il Black Friday in super sintesi

  • Da maggio a ottobre: spendi in advertising. In questo periodo costa meno del solito e ti aiuta ad aumentare il numero di potenziali clienti.
  • Tra giugno e inizio settembre: pianifica la promozione. Scegli cosa promuovere, come e quanto scontare e come comunicare la promozione: quali canali usare, per fare cosa e quando.
  • A inizio settembre: preparati a gestire il picco di ordini. Rimpingua il magazzino, prendi accordi specifici coi corrieri, organizza il customer care.
  • A inizio ottobre: prepara il sito. Assicurati che sia veloce, stabile e aggiornato, cura l’esperienza di acquisto, testa le email legate al processo di acquisto.
  • A inizio novembre: annuncia la svendita e produci in anticipo tutti i contenuti possibili.
  • Il giorno prima: sistema le ultime cose e preparati a incassare 💰
  • L’ultimo giorno: ricordati dei ritardatari, estendi la promozione di qualche giorno o crea una nuova mini promozione ad hoc.

📅 Da maggio a ottobre

Spendi in advertising su Facebook e Instagram

Il periodo migliore per fare pubblicità online è da maggio a ottobre perché il costo per click è più basso di quello medio annuale. Indovinate qual è il periodo peggiore per fare pubblicità online? Bravi: a novembre, durante il Black Friday (fonte: Adespresso).

Non mi aspetto che tu a maggio sappia già per filo e per segno cosa succederà durante il Black Friday ma mi aspetto che tu voglia arrivare al Black Friday con un sacco di gente che non vede l’ora di comprare qualcosa da te. L’advertising su Facebook e Instagram da questo punto di vista aiuta: a superare i limiti della reach organica ok, ma non solo. Anche a entrare in contatto con persone che fanno parte del tuo target ma che ancora non ti conoscono.

Ok, ma in pratica? In pratica puoi iniziare da qui

Idee di marketing per il Black Friday: investire in advertising

  • Se non l’hai ancora fatto installa il pixel di Facebook sul tuo sito e prendi confidenza con il Business manager, il coso di Facebook per gestire le pubblicità.
  • A questo punto puoi iniziare a fare pubblicità su Instagram e Facebook. Ad esempio puoi mostrare contenuti interessanti al tuo target – ad esempio gli articoli che pubblichi sul blog. Anche usare l’advertising per mostrare a chi non ti conosce ma fa parte del tuo target i tuoi prodotti non è una cattiva idea.
  • Un’altro suggerimento che ci sentiamo di darti è questo: usa l’advertising per raccogliere iscritti alla mailing list. Qui non ti servono semplicemente persone in target, ma persone che si iscrivono perché un po’ sanno già chi sei e hanno voglia di leggere quello che scrivi. Ad esempio puoi usare il pixel di Facebook per tenere traccia di chi visita il tuo sito o legge i post del tuo blog e poi usare l’advertising per chiedere a queste persone di iscriversi alla mailing list.

📅 Tra giugno e inizio settembre

Pianifica la promozione

Lascia l’advertising girare e usa l’estate per pianificare la campagna di Russia la promozione. Che Black Friday vuoi fare? L’estate è il periodo perfetto per deciderlo. Sono tutti più o meno in vacanza – concorrenti compresi – sono tutti più rilassati, ci sono meno cose a cui stare dietro e finalmente c’è il tempo che serve per pianificare le cose con un po’ di calma.

➡️ Decidi cosa promuovere

Prima di tutto bisogna decidere cosa promuovere. Tutto? Qualcosa? Una cosa sola? Dipende da cosa vendi, ma ricordati che Black Friday = Affaroni. Fare i tirchi non paga, chi compra durante il Black Friday deve avere la sensazione di approfittare di un’offerta irripetibile. Suona come un luogo comune? Sì, ma alla fine è così.

Idee di marketing per il Black Friday: cosa promuovere

  • Tutto il catalogo. È la scelta più facile, quella che molti si aspettano e quella che consigliamo a chi vende molti prodotti diversi perché – come dicevamo – durante il Black Friday ci si aspetta di fare grossi affari su tutto. Se hai un ecommerce su cui vendi decine di prodotti scontarne cinque per il Black Friday è una pessima idea.
  • Prodotti selezionati. È la scelta che consigliamo a vende servizi o ha un catalogo di pochi prodotti. Ad esempio si possono scontare le ore di consulenza e non i corsi in classe – che poi sconti in altri momenti dell’anno.
  • Un prodotto specifico. È una scelta che ha senso se è l’unico prodotto – o servizio – che vendi, hai lanciato da poco e vuoi usare il Black Friday per aumentare le vendite e far girare la voce.

➡️ Decidi come e quanto scontare

Poi devi decidere come e quanto scontare. Anche in questo caso: è il Black Friday, fare i i tirchi non paga, andare troppo per il sottile non paga. Più lo sconto è semplice da capire e immediato da usare meglio è.

Idee di marketing per il Black Friday: come e quanto scontare

  • Codice sconto. Lo sconto c’è ma per pagare meno bisogna inserire un codice sconto al checkout. Il vantaggio è per te: puoi usare il coupon per misurare gli acquisti e paragonare più facilmente i risultati di questa promozione a quelli delle promozioni fatte in passato. È la scelta che consigliamo.
  • Sconto fisso. Lo sconto c’è ed è già applicato, non c’è bisogno di usare un codice sconto. Il vantaggio è per chi compra: non si corre il rischio di dimenticare di inserire il coupon.
  • Sconto al raggiungimento di una soglia. Per avere lo sconto bisogna comprare almeno un tot di prodotti o spendere almeno una certa cifra. Fai pure, ma come dicevamo prima fare i tirchi durante il Black Friday non paga, specialmente se i tuoi concorrenti stanno scontando tutto del 50% senza fare tante storie.
  • Sconto progressivo. Più compri più risparmi: un prodotto -10%, due -20%, tre – 30% e così via. Pro: spinge i clienti a comprare di più per risparmiare di più. Contro: rischia di essere poco efficace dal punto di vista della comunicazione, devi fermarti a capire come funziona e scoraggia gli acquisti di impulso. Di nuovo: è il Black Friday, non andare troppo per il sottile.
  • Spedizione in regalo. I prezzi sono gli stessi, la spedizione è a carico tuo. Anche questa è una promozione un po’ tirchia per il Black Friday, funziona meglio in altri periodi dell’anno.

➡️ Decidi come comunicare la promozione

Ora che sai cosa come e quanto scontare è ora di decidere come comunicare la promozione. Attenzione eh: solo la promozione, solo quello che succede nei giorni in cui la promozione è attiva, non la comunicazione dei mesi che precedono il Black Friday, quello è tutto un altro discorso.

L’obiettivo qui è decidere a grandi linee cosa pubblicare, su quale canale e quando e in generale come usare ogni canale per comunicare e spingere la promozione. Ad esempio diciamo che la tua comunicazione usa questi canali: mailing list, sito con blog, YouTube, Instagram, Facebook, advertising. Come li usi? Quando li usi ? Quali contenuti metti dove? Magari potrebbe essere una cosa così.

Idee di marketing per il Black Friday: comunicare la promozione

  • Mailing list: invio il mattino del primo giorno di promozione, reminder 24 ore e 6 ore prima della fine.
  • Blog: il penultimo giorno post con video e invio alla mailing list, rilancio su Instagram nel feed e nelle stories<.>
  • Sito: il mattino del primo giorno di promozione va online una home page dedicata, una landing page dedicata e un banner.
  • YouTube: video sul canale in contemporanea al post sul blog, inviato alla mailing list sempre insieme al post sul blog, rilancio su Instagram nelle stories e anteprima su IGTV.
  • Instagram: un post al giorno sul feed con richiamo alla promozione. Storie quanto basta ogni giorno: rilanciare i post del feed e i post di chi sta comprando, avvertire che la promozione sta per finire, rilanciare il post sul blog, il video su YouTube.
  • Facebook: lancio promozione, del post sul blog, del video su YouTube nel gruppo Facebook.
  • Advertising: su Facebook e su Instagram ai fan della pagina e ai follower, retargeting per chi ha visitato il sito.

📅 A inizio settembre

Preparati a gestire il picco di ordini

Ora che sai che faccia avrà il tuo Black Friday è ora di passare a tutte cose logistiche e organizzative. Il Black Friday è fatto per vendere il più possibile, che è una figata, ma che significa anche prepararsi per tempo a gestire tutte queste vendite in più.

➡️ Prepara il magazzino

Se vendi prodotti fisici questo è il momento di preparare il magazzino. Hai abbastanza scorte per affrontare il Black Friday? È vero, fare sold-out è molto figo, ma fare sold-out dopo mezza giornata perché non hai abbastanza scorte è un problema: se finisci subito i prodotti in vendita i tuoi clienti andranno a fare shopping altrove.

Consigli di marketing per il Black Friday: prepara il magazzino

  • Prima di tutto stima quanto pensi di vendere. Se non è il primo Black Friday usa i dati degli anni passati e aumenta del 20%. Se è il primo Black Friday usa i dati di una promozione che hai già fatto. Se non hai dati di altre promozioni prendi quello che vendi in media al mese e raddoppia. In questo periodo dell’anno abbondare un po’ non è un problema: c’è Natale che ti dà una mano a svuotare il magazzino.
  • Ordina i prodotti – oppure inizia a produrli se fai hand made – e tienili da parte in previsione del Black Friday.
  • Se vendi prodotti fatti da altri verifica con i fornitori qual è l’ultima data utile in cui puoi fare un ordine che arrivi in tempo per il Black Friday.

➡️ Preparati a gestire le consegne

Se vendi prodotti fisici questo è anche il momento di prendere accordi con il corriere che gestisce le spedizioni perché si prepari a gestirne più del normale.

Consigli di marketing per il Black Friday: preparati a gestire le consegne

  • Senti il corriere, assicurati che sia in grado di garantire le consegne nei tempi stabiliti anche come molti ordini da smaltire. Chiedi se prevedono ritardi o periodi di consegna più lunghi: non è necessariamente un problema, l’importante è che tu possa comunicarlo in anticipo ai tuoi clienti.
  • Visto che prevedi di fare molte più spedizioni prova a ottenere uno sconto, magari acquistando un pacchetto
  • .
  • Se non hai accordi con un corriere o vuoi provare a cambiare puoi testare un sistema integrato con l’ecommerce come ad esempio (link non sponsorizzati) , Packlink Pro, Shippy Pro, Gsped, Qaplà.

➡️ Organizza il customer care

Più vendi più hai clienti di cui prenderti cura, e durante il Black Friday arrivano un sacco di clienti nuovi. Persone che non hanno mai comprato da te o che magari nemmeno ti conoscono, che non riescono a comprare, a cui non funziona la carta di credito, che non hanno o non vogliono usare la carta di credito e vorrebbero pagare con un bonifico, che hanno dubbi da sciogliere prima di comprare o anche solo voglia di verificare che dall’altra parte dello schermo ci sono persone serie e non truffatori pronti a darsela a gambe dopo aver intascato i soldi.

Per questo importantissimo essere pronti a rispondere a incomprensioni, dubbi e domande e risolvere i problemi il più rapidamente possibile.

Consigli di marketing per il Black Friday: organizza il customer care

  • Prepara una pagina di domande e risposte aggiornata. È importante che siano per quanto possibile vere domande arrivate nel tempo, insieme alle vere risposte date – che se per te ha senso possono anche essere dei video. Più le domande risuonano con quelle dei clienti, più aiutano a dare risposte soddisfacenti e a ridurre le richieste di assistenza. Una pagina del genere è utile anche se i clienti non la leggono: puoi linkare le risposte a chi chiede o copiarle e incollarle.
  • Metti sul sito recensioni sincere lasciate da persone in carne e ossa. Le recensioni aiutano a dare fiducia a chi non ti conosce. È importante però che non siano o non suonino vuote e generiche o inventate di sana pianta. Raccogli le migliori recensioni che ti sono arrivate in una pagina dedicata, chiedendo il permesso di linkare il sito o un account social di chi le ha lasciate. Se non hai recensioni questo è il momento di chiederle ai tuoi clienti migliori.
  • Scegli un canale preferenziale a cui indirizzare le richieste di assistenza. Un indirizzo email, un numero di telefono, una di quelle chat in tempo reale che si possono integrare sul sito. Poi molto probabilmente arriveranno richieste ovunque: nei DM di Instagram, su Twitter, su Facebook, al tuo indirizzo email personale, a casa nella buca delle lettere. A queste richieste puoi rispondere: scrivi a questo indirizzo / chiama questo numero / scrivici in chat sul sito, ti aiuteremo partendo da lì.
  • Se pensi di non farcela a stare dietro a tutto da solo prova a delegare. Ad esempio puoi comprare un pacchetto di ore a un assistente virtuale che ti aiuti nei giorni della promozione.

📅 A inizio ottobre

Prepara il sito

Se vendi online il sito è il tuoi negozio, e anche quello deve essere pronto per il Black Friday: sia dal punto di vista tecnico sia per quanto riguarda l’esperienza di acquisto. Le cose tecniche del sito sono noiose e incomprensibili oppure sono parte integrante dell’esperienza di acquisto che vanno curate tanto quanto cose più eccitanti come la grafica, le foto, i video? Sì.

➡️ Le cose tecniche

Se il sito usa una piattaforma come Shopify, Etsy, Bigartel o Squarespace allora non devi fare niente: sono loro a occuparsi delle cose tecniche. Se invece il tuo ecommerce usa una piattaforma come WooCommerce o Magento e gira su server suoi allora devi occupartene tu o delegare a qualcuno che lo sappia fare.

Consigli di marketing per il Black Friday: assicurati che il sito funzioni bene

  • Il sito deve essere sufficientemente veloce. Non velocissimo, non una scheggia, non una roba da fanatici: entro i tre secondi per il caricamento di una pagina. Se è più lento di così bisogna prendere provvedimenti. Perché il sito è lento? Di solito dipende da due cose. O è l’hosting che è lento o è il sito che è lento di per sé perché non è progettato nel migliore dei modi. In ogni caso bisogna intervenire. Senti chi ti fornisce l’hosting per capire se ci sono problemi dal loro lato o se semplicemente è il caso di passare un hosting più veloce. Senti chi ha sviluppato il sito per capire se si può intervenire per migliorare le performance.
  • Il sito deve essere stabile. Ci è successo un paio di volte durante una svendita che il sito andasse giù perché c’era molta gente sopra a comprare. Se succede una volta è anche una cosa carina da raccontare, se succede troppe volte è un problema serio. Se il sito è offline non ci si compra sopra e probabilmente si decide di andare a spendere i propri soldi altrove. Anche in questo caso senti chi ti fornisce l’hosting, chiedi se è il sito è in grado di reggere picchi di traffico, se è il caso di passare un hosting più veloce.
  • Il sito deve essere aggiornato. È il caso di chi usa WordPress o piattaforme simili, fatte di pezzi diversi che vanno regolarmente aggiornati: CMS, tema e plugin. Aggiorna tutto adesso – o fai aggiornare a chi di dovere – e poi non toccare niente fino alla fine delle vacanze di Natale.

➡️ L’esperienza di acquisto

Anche l’esperienza d’acquisto spesso ha dei risvolti tecnici. Vale lo stesso discorso di sempre: se non sai far da te fai intervenire un web designer perché faccia al posto tuo.

Consigli di marketing per il Black Friday: cura l’esperienza d’acquisto

  • Testa l’acquisto da telefono. Durante il Black Friday spesso si compra d’impulso, magari nel tragitto tra casa e lavoro. Per questo è fondamentale che comprare usando il telefono sia tanto facile, rapido e veloce da telefono quanto lo è da computer. Prova a comprare sul tuo sito dal telefono e chiedi a qualche amico di fare altrettanto, segnati le cose che secondo te e secondo loro si possono migliorare e poi intervieni – oppure chiedi al tuo web designer di fiducia di intervenire.
  • Verifica i contenuti delle pagine di prodotto. Sbracciarsi sui social non basta a riempire i carrelli. Pagine prodotto non curate, testi incompleti, informazioni imprecise e foto inefficaci possono rendere nulla l’efficacia della comunicazione. Questo è il momento giusto per assicurarti che i prodotti che vendi siano corredati da informazioni chiare, efficaci, complete e che facciano venire voglia di comprare.
  • Organizza i prodotti in pacchetti. Se vendi molti prodotti raggruppali in pacchetti per esigenze. Ad esempio: «weekend in montagna», «regali ai genitori», «amici vegani», «zii cinofili», e così via. Più questi pacchetti sono simili alle reali esigenze dei tuoi clienti più c’è la possibilità che lo scontrino medio si alzi. Se vendi servizi puoi creare dei percorsi: «checkup di fine anno», ad esempio, un pacchetto che comprende tre consulenze one-shot e un corso in classe da fare seguendo un calendario preciso. Mostra i pacchetti in modo chiaro sul sito, inseriscili nel menu di navigazione e crea una landing page che li raccoglie tutti e che funzioni come una guida allo shopping.
  • Assicurati che sia possibile regalare. Durante il Black Friday si comprano un sacco di regali di Natale, quindi chi compra sul tuo sito deve poter regalare nel modo più semplice possibile, magari delegando a te anche il pacchetto e di un eventuale biglietto di accompagnamento. Crea una pagina sul sito con tutte le istruzioni su come regalare e linkala dove è più utile: nella pagina del carrello, del checkout, delle FAQ.
  • Assicurati che sia possibile regalare una gift card. Variazione sul tema: molti indecisi preferiscono regalare una gift card per togliersi dall’imbarazzo della scelta.
  • Metti le Informazioni chiave nelle pagine più usate. Condizioni della promozione, delle spedizioni, dei resi, dei rimborsi, contatti del servizio clienti. Tutte queste informazioni devono essere presenti nelle pagine più viste durante una svendita: pagine di prodotto, landing page, carrello, checkout, conferma dell’ordine, FAQ.
  • Predisponi un’allerta per le scorte basse. Un’email di notifica per te, un messaggio sul sito per i tuoi clienti. L’allerta serve a te per sapere che un prodotto sta per finire e a chi compra per rompere gli indugi: è ora di comprare per non farselo scappare. Vale anche se vendi servizi. Ad esempio se stai scontando le ore di consulenza su Skype devi assicurarti di non venderne troppe – oppure rischi di trovarti il calendario pieno di quelle e di non riuscire più a fare altro.
  • Verifica le cose legali. Termini di servizio, spedizione, reso, rimborso, privacy policy, cookie policy. Rileggi tutto e correggi – o fai correggere – se non sono più validi.

➡️ Le email legate al processo di acquisto

Capitolo a parte per le email legate al processo di acquisto, perché sono una cosa delicata e importante di cui ci si dimentica spessissimo.

Dopo aver comprato sul tuo sito i tuoi clienti devono ricevere poche email esaustive – specialmente durante il Black Friday, quando probabilmente di email di questo tipo se ne ricevono molte. Ricordati che nessuno legge davvero queste email: a volte nemmeno vengono aperte, a volte si scorrono solo alla ricerca delle informazioni essenziali di cui c’è bisogno. Quindi sii essenziale e vai dritto al punto.

Consigli di marketing per il Black Friday: cura le email di conferma

  • La conferma di acquisto. Se è un prodotto scaricabile è da questa email che si deve poter scaricare, se è un prodotto in abbonamento – come ad esempio l’abbonamento a Guido – da quel momento bisogna poter accedere, se è un prodotto virtuale – un corso, una consulenza – bisogna comunque dare tutte le informazioni e le istruzioni utili per seguire il corso o usare la consulenza.
  • L’ordine non è andato a buon fine. Per motivi diversi può succedere: malfunzionamento del sito, problemi con la carta di credito, problemi di connessione. Avverti che l’acquisto non è riuscito e dai istruzioni su come procedere. Ad esempio è utile specificare quali carte di credito o metodi di pagamento alternativi sono accettate e qual è il modo migliore per contattare il servizio clienti.
  • L’ordine è stato spedito. Meglio ancora se l’email riporta un numero di tracking, un link per tracciare l’ordine e i tempi stimati per la consegna.
  • La notifica di rimborso avvenuto. Se c’è stato bisogno di emettere un rimborso, che indichi anche i tempi con cui si riceve il rimborso di solito.

📅 A inizio novembre

Annuncia la svendita

Una promozione per il Black Friday la fanno tutti ormai, quindi devi dire per tempo ai clienti e potenziali clienti che se vogliono possono spendere un po’ di soldi da te – e non da qualcun altro.

Consigli di marketing per il Black Friday: annuncia la svendita con un po’ di anticipo

  • Dillo sui social. Ad esempio un post o due sul feed di Instagram e qualcosa sulle storie nelle settimane che precedono il Black Friday.
  • Avverti la mailing list. Non serve una comunicazione specifica, basta un annuncio all’interno di una newsletter che parla d’altro.
  • Scrivilo anche nelle mail di conferma di acquisto. «Grazie, lo sai che tra l’altro per il Black Friday facciamo una promozione?»

📅 Il prima possibile ma verosimilmente inizio novembre

Produci tutti i contenuti

Sai il piano di comunicazione che hai fatto durante l’estate? Ecco, è arrivato il momento di passare dalla teoria alla pratica e di creare i contenuti per riempirlo.

Sarebbe bellissimo preparare tutto con largo anticipo, ma la verità è che di solito ci riduciamo tutti a fare le cose all’ultimo minuto. Che ci sta è normale: ma facciamo che l’ultimo non è il giorno prima ma l’inizio di novembre, così ci sono più o meno tre settimane – un mese quest’anno – per preparare i contenuti.

Seguendo il piano che ho usato prima come esempio ecco cosa dovremmo fare noi.

Idee di marketing per il Black Friday: preparare i contenuti promozionali

  • Preparare e programmare tutte le email da mandare alla mailing list, con tutte le segmentazioni del caso.
  • Scrivere e programmare il post per il blog, con tanto di foto / grafiche accessorie se servono.
  • Progettare e mettere su la landing page per il Black Friday, salvata in bozze e pronta da pubblicare. Occhio però che se la landing page vuoi affidarla a un web designer per avere una cosa davvero coi fiocchi devi iniziare molto prima, diciamo a settembre.
  • Girare il video per YouTube, montarlo e caricarlo come privato, pronto da pubblicare al momento giusto. Anche qui: se il video è particolarmente lungo o complesso inizia molto prima – non oltre l’inizio di ottobre – a girare materiale.
  • Scattare foto e girare video per Instagram da pubblicare nei giorni della promozione. Anche le stories si possono preparare in anticipo e pubblicare quando servono.
  • Preparare in anticipo le inserzioni da usare per l’advertising.

📅 24h prima

Sistema le ultime cose

Ci siamo. Lavori al Black Friday da sei mesi, finalmente il momento è arrivato. Il giorno prima dell’inizio della promozione restano da fare le ultime cose. Noi di solito facciamo in modo che tutto sia pronto entro le 6 del mattino del giorno cruciale, quindi queste ultime cose spesso le facciamo la sera o la notte prima.

Consigli di marketing per il Black Friday: i ritocchi finali

  • Fai un giro di controllo finale. Controlla soprattutto le email di lancio, che lo sconto funzioni correttamente, che il codice sconto sia quello giusto.
  • Aggiorna il banner sul sito. Ora non annuncia più la promozione ma dice che è in corso, fino a quando, quanto sconto c’è e su quali prodotti. Se c’è una landing page specifica linkala nel banner.
  • Aggiorna le pagine del sito che ne hanno bisogno. Home page e eventuale landing page dedicata sono le più comuni.
  • 💰💰💰

📅 L’ultimo giorno della promozione

Ricordati dei ritardatari

Durante il Black Friday si ricevono così tante offerte che è facile perdersene qualcuna, anche tra quelle più interessanti. Per questo è molto probabile che un po’ di gente arrivi a svendita finita. Che fare? Essere intrasigenti e rimandarli alla prossima volta o non lasciare nemmeno un centesimo sul tavolo? La seconda che hai detto.

Consigli di marketing per il Black Friday: ricordati dei ritardatari

  • Estendi la promozione di uno o due giorni.Non c’è bisogno di dirlo pubblicamente, basta farlo. Permetti a chi lo chiede di comprare a prezzo scontato anche se in teoria la promozione è finita.
  • Fai uno sconto per ritardatari.In alternativa fai uno sconto ridotto per chi arriva in ritardo. Ad esempio se scontavi del 50% fai uno sconto del 20% che vale un paio di giorni dopo la fine della promozione.

Seguici sui socialz 🐧

C'è il canale YouTube a cui iscriversi, l'account Instagram da seguire e l'hashtag #guidoseifigo da spulciare. Ci vediamo lì!

Vuoi approfondire? 👩‍🎓

Ecco un po' di consigli tra cui scegliere

Abbonati a Guido

54 raccolte, 303 video, 2 nuovi contenuti ogni mese, 1 webinar per dubbi e domande ogni mese, workshop in classe per gli abbonati, risorse, materiali, esercizi.

Ti abboni per un mese o per un anno, accedi a tutti i contenuti e a tutte le risorse, cancelli quando vuoi.

Abbonati adesso

Non sei sicuro? Iscriviti alla nostra newsletter.

Ti mandiamo: due consigli di marketing ogni domenica mattina, i post del blog il giovedì, le nuove raccolte man mano che escono, gli sconti quando li facciamo.

Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy